week END

Chi ha dato il permesso a tutto quanto di continuare come se niente fosse?

Ho visto le foto del viaggio di nozze. Che cieli.

E ho ti amato intensamente insieme a tutti i cieli che non vedremo, i viaggi che non faremo, i ricordi che non avremo e che io custodivo già da qualche parte segretamente “tra l’ombra e l’anima“.

Perdere il controllo

Quando sono tornata dall’Erasmus ho perso una persona cara.
Credevo di avere tutto il tempo del mondo. Avevo sempre amato viaggiare, spostarmi con qualsiasi mezzo di trasporto, gli aerei, le navi..
Ora non riesco più, non riesco a non avere paura. Forse mi sento in colpa, forse mi sono sentita in colpa molto a lungo per essermene andata e preferisco prendermela con dell’incolpevole acciaio per la mia assenza.

DSCN6605.JPG
L’unico controllo che posso permettermi è quello di tenere duro, perchè vale la pena di coltivare la meraviglia.

Trame di congedi

DSCN5904Quando organizzo un viaggio, quando prenoto un volo, un traghetto, un ostello; quando la scelta è definitiva e inesorabile e il cuore è oltre l’ostacolo sento sempre una leggera fitta alla bocca dello stomaco.

Pensavo fosse paura: paura che qualcosa possa andare storto, che il viaggio sia pericoloso, che capiti qualcosa di brutto.

Ma ho capito che mi sbagliavo, il mio timore è semmai l’opposto.
E’ paura di vivere, di divertirmi, di innamorarmi. E se poi questo mondo, questa vita mi piacesse ancora di più? Se scoprissi che è ancora meglio di come credevo, se me ne innamorassi ancora di più come farò un giorno a lasciarlo?