Shining

DSC_0736.JPG

Un po’ di luce non può fare male.
Vero?

Annunci

Revisione periodica

Si ricomincia.

Ciclicamente giunge il momento di ripetere il rito.

Faccio sfilare davanti a me le mie paure, le chiamo per nome, le abbraccio, trovo loro un posto e cerco di stabilire delle regole di viaggio.
Cerco di trovare una posizione in cui non facciano troppo male, da cui magari possano essere una risorsa (?!) e non una distrazione.

Sto diventando una professionista in questo campo.

Selezione delle paure, delle ansie e delle angoscie. Ogni volta si aprono crepe nuove..ma è come se cadesse un intonaco vecchio ed entrasse aria nuova, fa male come una crosta che si stacca. Come un battesimo.

Trame di congedi

DSCN5904Quando organizzo un viaggio, quando prenoto un volo, un traghetto, un ostello; quando la scelta è definitiva e inesorabile e il cuore è oltre l’ostacolo sento sempre una leggera fitta alla bocca dello stomaco.

Pensavo fosse paura: paura che qualcosa possa andare storto, che il viaggio sia pericoloso, che capiti qualcosa di brutto.

Ma ho capito che mi sbagliavo, il mio timore è semmai l’opposto.
E’ paura di vivere, di divertirmi, di innamorarmi. E se poi questo mondo, questa vita mi piacesse ancora di più? Se scoprissi che è ancora meglio di come credevo, se me ne innamorassi ancora di più come farò un giorno a lasciarlo?