Ispanofonia

Hombre muerto caminando


En la Ciudad de Denver Colorado, antes de la ejecución, a la
salida del reo, durante el trayecto por los doce pasillos que lo separan de la cámara acústica que lo destruirá con oratorios, este va precedido de un alguacil cultor, hombre de unos quince centímetros, que grita en gigaherzio un pregón rutilante.

Hombre muerto caminando

Hombre muerto caminando.

En Ciudad de La habana, en Santos Suárez, la tarde que me echaste, en el tramo de Santa Emilia hasta mi casa, voy precedido de Valiente, hombre jurisconsulto, muy entendido en tangos que por ahora estira bastidores.

Él calla su pregón y yo lo siento.

 

Carlo Augusto Alfonso

 

Può mancarti un’idioma?

Annunci

FE 2014 #5

Mentre pensavo di aprire questo post commentando il fatto che il caldo sta arrivando e le mostre se ne vanno mi è giunta voce che invece le prolungheranno!
Non tutte par di capire ma buona parte..guarda caso prolungano praticamente tutte quelle che ho già visto. Non è ironico?

A parte il mio pessimo tempismo (cosa che per altro aveva già sperimentato e attestato in una marea di occasioni) le esplorazioni fotografiche di ieri non mi hanno entusiasmato.

Annarella Benemerita Soubrette CCCP Fedeli alla linea – Senz’altro l’abito

Lo spazio Gerra conferma la sua vocazione per la fotografie che hanno a che fare con la musica..ma ovviamente non si può pretendere che ripeta l’exploit dell’anno scorso con Mick Rock; perciò fugando ogni dubbio quest’anno l’attenziona ha virato completamente.
Non serve che spieghi chi sono i CCCP, almeno a Reggio Emilia non serve spiegarlo..e a nessuno che abbia visto gli anni ’70 e ’80 in particolare.
Alcune foto sono molto belle, anche la cosa che salta di più all’occhio è che Lady Gaga a costei le fa un baffo (per essere eleganti). La vera provocazione è nata e morta con quei gruppi, con quella libertà e quell’arroganza che avevano loro; il resto è marketing.

In Galleria Parmeggiani invece erano esposte 3 diverse mostre:

Wild Window
Andrea Ferrari

Quest’anno non riesco..troppo concetto mi sfinisce..cercavo un simbolismo come quello di l’anno scorso. Ma non ha funzionato, sono ancora alla ricerca, questa esposizione mi ha lasciata perfettamente indifferente.

Cose ritrovate
Paolo Simonazzi

Le foto di questa mostra invece mi sono piaciute molto. Immagino che ovunque esistano personaggi così, persone che accumulano, che raccolgono, conservano, immagazzinano e contemplano. E così Simonazzi è partito alla ricerca dei luoghi in cui finiscono le cose che dimentichiamo, abbandoniamo, perdiamo o magari di cui cerchiamo di disfarci; il risultato è affascinante, toccante a suo modo.

Archivio Garolla

Un po’ di vintage non guasta mai, il percorso sulle orme dei Mille è veramente romantico.

FE 2013 #1

1° tappa: Spazio Gerra

Rock’s stars – fotografo Mick Rock – Link al sito

Cominciamo il tour dalla tappa glam, ed è stato veramente il trionfo del glam (peraltro nella sede più appropriata, lo spazio Gerra è realmente splendido): Lou Reed, Syd Barrett, Iggy Pop, David Bowie, Freddie Mercury.

Il gotha del glam e del rock a cavallo degli anni ’60 e ’70; foto famose, famosissime, così famose che ti ritrovi a dire: “Cacchio ma è sua anche questa?!”.

Un bel tuffo nella musica e nello spettacolo. Grandiose su tutte le foto di Lindsay Kemp e tutte le foto all’amico Lou Reed.