Giardini d’inverno

A te si giunge solo attraverso di te.

A te si giunge solo
attraverso di te. Ti aspetto.

Io certo so dove sono,
la mia città, la strada, il nome
con cui tutti mi chiamano.
Ma non so dove sono stato
con te.
Lì mi hai portato tu.

Come potevo imparare il cammino
se non guardavo altro che te,
se il cammino erano i tuoi passi,
e il suo termine
l’istante che tu ti fermasti?
Cosa ancora poteva esserci
oltre a te che mi guardavi?

Ma ora,
quale esilio, che assenza
essere dove si è!
Aspetto, passano treni,
il caso, gli sguardi.
Mi condurrebbero forse
dove mai sono stato.
Ma io non voglio i cieli nuovi.
Voglio stare dove sono già stato.
Con te, tornare.
Quale immensa novità
tornare ancora,
ripetere, mai uguale,
quello stupore infinito!

E finchè tu non verrai
io rimarrò alle soglie
dei voli, dei sogni,
delle scie, immobile.
Perchè so che là dove sono stato
nè ali, nè ruote, nè vele
conducono.
Hanno tutte smarrito il cammino.
Perchè so che là dove sono stato
si giunge solo
con te, attraverso di te.

P. Salinas

Io e le mie 4 spine.

Annunci

Just saying

Ho provato a smettere di scrivere, per vedere se ci stava tutto dentro la mia testa, dentro al mio cuore, dentro ai miei pensieri.

Ma ho smesso di dormire, di nuovo.
Ho cominciato a parlare da sola, con te. Cioè con te anche se non ci sei..

(e quella notte su quella strada buia, un anno fa, con questa canzone e le stelle..chi eri?)

Non ci sono sconti, non ci sono scorciatoie, nessun black friday per rendere il dolore scontato, per svenderlo. Invece all’amore capita sempre.

Tutto questo io vorrei chiamarlo coraggio, questo silenzio, questo rialzarsi in piedi, questo tenermi stretta, questo chinarsi a cercare briciole di cuore negli angoli più remoti.

Vorrei chiamarlo speranza.
Ma la speranza è una condanna a fine pena mai e io vorrei solo un po’ di Grazia.

 

Se tacete, tacete per amore. Se parlate, parlate per amore. Se correggete, correggete per amore. Se perdonate, perdonate per amore. Sia sempre in voi la radice dell’amore, perché solo da questa radice può scaturire l’amore. Amate, e fate ciò che volete.
L’amore nelle avversità sopporta, nelle prosperità si modera, nelle sofferenze è forte, nelle opere buone è ilare, nelle tentazioni è sicuro, nell’ospitalità generoso, tra i veri fratelli lieto, tra i falsi paziente. E’ l’anima dei libri sacri, è virtù della profezia, è salvezza dei misteri, è forza della scienza, è frutto della fede, è ricchezza dei poveri, è vita di chi muore. L’amore è tutto.
S. Agostino

C’era una volta..

Cose che non ti dirò:

  • ho segnato le mie prime ore di straordinario, riunione alle 17, tu ne sai qualcosa. Stavolta l’ho fatto, segnate. Ero un po’ fiera di me. Lo sei anche tu?
  • ho visto Doctor Who lunedì pomeriggio, avrei voluto mandarlo a te quel messaggio stavolta.
  • la Chiara mi ha portato del gelato che io avrei voluto mangiare con te, ma le sono infinitamente grata.
  • continuo a pensare al tuo regalo di compleanno.
  • un mese fa io, te e un selfie con uno struzzo di plexiglass..quanto vorrei tornare indietro.
  • a forza di vedere i miei occhi rossi anche S. al lavoro mi tratta con gentilezza. Piccole conquiste. Di cui farei a meno.
  • devo mettere a dimora i gigli e i tulipani che abbiamo preso insieme.
  • C&L ora vivono insieme, è ufficiale, ma chissà quando potremo dare una sbirciatina nella casa finalmente pronta.
  • Non sono ancora riuscita a tornare in piscina, molto male. Ho paura di andare a fondo con tutto questo vuoto dentro. Imbarco acqua. Si può annegare a partire dal cuore? E tu resti a galla?

La verità è che vorrei dirti ogni piccola banalità che mi succede, che mi fanno arrabbiare, che mi fanno ridere. E non lo faccio. Cerco di amarti abbastanza da non farlo. Faccio bene? Scrivo qui, per provare a dissipare la nebbia, ad abbandonare qualche peso, a riprendere quota. Faccio male?

E più di ogni altra cosa vorrei dirti:

“Raccontami una storia, amore mio…”

Sapere di non sapere

Stava andando bene oggi.

Poi mi è tornata in mente la sensazione delle tue labbra sulle mie, il calore del tuo corpo quando appoggio la testa sulla tua spalla e il tuo braccio mi circonda e mi tiene stretta.

Stava andando bene la giornata..

..come se esistesse la possibilità di una giornata buona in questa nebbia in cui ti ho perso, non so cosa fare, non so come tenermi insieme.